Software per rinforzi in FRP

Rinforzi FRP in un click!

MURATURA

L.C.

--

Livello di conoscenza relativo agli elementi oggetto del rinforzo
[NTC 2008 §8.5.4]

fbm

MPa

Valore medio della resistenza a compressione dei blocchi che costituiscono la muratura.
[CNR-DT 200 R1/2013 §5.3.2(2)]

fbtm

MPa

Valore medio della resistenza a trazione dei blocchi che costituiscono la muratura, in assenza di prove sperimentali può essere stimato fbtm/10
[CNR-DT 200 R1/2013 §5.3.2(2)]

d

cm

Dimensione dei blocchi costituenti la muratura, valutata ortogonalmente alla direzione delle fibre, in caso di muratura irregolare, la dimensione d può essere assunta pari al diametro medio delle pietre costituenti la muratura
[CNR-DT 200 R1/2013 §5.3.2(2)]

misura concio murario

d//

cm

Dimensione dei blocchi costituenti la muratura, valutata parallelamente alla direzione delle fibre, in caso di muratura irregolare, la dimensione d// può essere assunta pari al diametro medio delle pietre costituenti la muratura
[CNR-DT 200 R1/2013 §5.3.2(2)]

misura concio murario

su

MPa

Valore ultimo dello scorrimento tra FRP e supporto, in assenza di dati sperimentali può essere posto pari a 0.4 per murature di laterizio o tufo, ovvero pari a 0.3 per murature di calcarenite o pietra leccese
[CNR-DT 200 R1/2013 APPENDICE D]

kG

--

KG, è un coefficiente correttivo tarato sulla base di risultati di prove sperimentali, espresso in mm e dipendente dal tipo di muratura, che nel caso di rinforzi impregnati in situ, vale:
  1. per una muratura di laterizio, KG = 0.031 mm
  2. per una muratura di tufo, KG = 0.048 mm
  3. per una muratura di calcarenite o pietra leccese, KG = 0.012 mm

[CNR-DT 200 R1/2013 §5.3.2(2)]

γRd

--

γRd è un coefficiente correttivo pari a 1.5 per murature di laterizio e tufi e pari a 1.25 per murature di calcareniti e di pietra leccese
[CNR-DT 200 R1/2013 §5.3.2(2)]
FRP

Ef

GPa

Modulo di elasticità normale del composito, valutato nella direzione della forza
[CNR-DT 200 R1/2013 §5.3.2(2)]

tf

mm

Spessore di calcolo del composito, qualora il composito sia del tipo "sistema impregnato in situ", si conviene di assimilare il sistema ad un composito equivalente costituito dal solo tessuto secco
[CNR-DT 200 R1/2013 §2.2.3.1]

bf

cm

Larghezza del nastro di rinforzo

lb

cm

Lunghezza di ancoraggio disponibile, al fine di considerare il grado di ancoraggio e conseguente efficacia del composito
[CNR-DT 200 R1/2013 §5.3.2(4)]

γf,d

--

Coefficiente parziale per lo Stato Limite Ultimo di distacco dal supporto, variabile, a giudizio del progettista, da 1.20 a 1.50 in funzione della maggiore o minore possibilità di prevedere, per la specifica applicazione, l’effettivo comportamento del composito nei riguardi del distacco dal supporto.
A tal riguardo possono contribuire i risultati di indagini sperimentali condotte dal Produttore e/o dal Fornitore, ovvero appositamente e preventivamente eseguite nell’ambito della specifica applicazione.
[CNR-DT 200 R1/2013 §3.4.1]

α

--

In assenza di determinazioni più precise, la verifica nei riguardi del distacco intermedio si effettua limitando la tensione nel rinforzo di FRP al valore di progetto: ffdd,2 =α • ffdd
In particolare, se la distanza dell’estremità libera è minore di 3le , si può porre α = 1.5.
[CNR-DT 200 R1/2013 §5.3.3]
DELAMINAZIONE

ffdd,2

MPa

ffdd

MPa